Lo chiamano tutti “drogometro”, ma in realtà la denominazione corretta è “gascromatografia spettrometria di massa”: è il nuovo strumento di cui si è dotata la Polizia Stradale per l’accertamento immediato sul posto della guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. In fase di sperimentazione da oltre un anno, è uno strumento di contrasto nella lotta agli incidenti causati dalla guida sotto l’effetto di droghe, il cui accertamento, in precedenza, avveniva solo sottoponendo il conducente a esami ospedalieri o di laboratorio.

Per visualizzare tutto il contenuto, effettuare il login.