Il 27 Ottobre 2017 si è tenuto presso la sala congressi dell’Hotel il Tagliere d’oro di Paitone (BS), il Meeting di A.N.C.S.A., quasi 50 soccorritori da varie zone delle provincie lombarde e dal triveneto, hanno partecipato con grande successo all’iniziativa. Sono intervenuti come relatori alla riunione, il Presidente dell’associazione, Eleonora Testani, i consiglieri: Avv. Giuseppe Altieri, Fiorella Lanfranchi, Paolo Di Filippo, Enzo Ciabatta, Alessio Tavella, ed infine come ospite illustre, il consulente aziendale esperto in diritto del lavoro, Dott. Arnaldo Fiorenzoni.Rispettando un filo cronologico di interventi su tematiche diverse, ha proceduto ad entrare nel vivo del meeting, il Presidente Eleonora Testani, la quale ha provveduto ad illustrare le novità legislative, introducendo inoltre gli obiettivi di A.N.C.S.A. per il prossimo futuro, i passi avanti che si sono fatti e le attività che ancora devono essere finalizzate al fine del riconoscimento della categoria, la stessa ha successivamente passato la parola all’Avv. Altieri, il quale ha tenuto a precisare che l’A.N.C.S.A. è divenuta nel tempo importante interlocutore per le istituzioni, per le forze di polizia, per le procure e grande rappresentate di aziende consolidate e nuove realtà, procedendo inoltre  ad illustrare i progressi e i benefici derivanti dell’azione intrapresa dall’A.N.C.S.A. di revisione delle tariffe penali.

Dopo questa parentesi introduttiva, il presidente Testani, ha lasciato la parola alla consigliera Lanfranchi, la quale ha informato i presenti sulle risposte ricevute dall’associazione dal corpo dei VVF in merito alle ricorrenti ingerenze degli stessi in interventi di soccorso stradale, invitando inoltre i soccorritori in platea a segnalare all’associazione i casi documentali di avvenute ingerenze, in modo da prendere i relativi provvedimenti nei confronti dei vari comandi. Altra attività degna di riflessione ed analisi, si è configurata con un’interessante iniziativa svoltasi nella Provincia di Lecco, in cui le aziende si sono rese disponibili ad istruire e collaborare con le forze dell’ordine sulla gestione del sistema Si.Ve.S, in modo da non ripetere errori di mancata comunicazione o di gestione del sistema da parte delle forze dell’ordine.

La conferenza tra apprezzamenti della platea e interessanti domande, è proseguita con l’illustrazione da parte del consigliere Di Filippo, della manifestazione di protesta promossa da A.N.C.S.A., tenutasi a Roma fuori dagli uffici comunali, per far si che i crediti vantati dalle aziende nei confronti del Comune, vengano adempiuti con solerzia e diligenza, rimanendo in tema di gestione creditizia, si è fatto ampio riferimento alla certificazione del credito, un’operazione considerata vero e proprio  toccasana per tutte le aziende alle prese con crediti nei confronti delle P.A..

La parola è tornata al Presidente Testani, che ha avuto il piacere di presentare ai soccorritori intervenuti, un ospite alquanto gradito, il Dott. Arnaldo Fiorenzoni, esperto in diritto del lavoro e vero propulsore del nuovo CCNL del Soccorso Stradale, è stata proprio questa parentesi a far scoprire ai soccorritori, la necessità dell’applicazione di un contratto fedele a quelle che sono le reali mansioni di un soccorritore stradale. Lo stesso Fiorenzoni, si è ampiamente speso a descrivere i vantaggi introdotti dal contratto e le modalità di applicazione dello stesso, la platea ha carpito preziose informazioni per innovare e arricchire le proprie aziende, manifestando in molti casi l’intenzione di seguire un percorso che da qui a breve termine rivoluzionerà interamente la gestione degli organici aziendali.

Ultimo relatore della giornata è stato il consigliere Ciabatta, che si è reso portavoce di una problematica che ormai da anni affligge tutto il mondo del soccorso stradale, ovvero i rapporti che intercorrono tra aziende del settore e società di servizio, le quali imponendo alle aziende politiche al ribasso e percentuali troppo elevante di commissione su ogni soccorso, portano spesso i soccorritori a rifiutare gli interventi o nella peggior ipotesi a minimizzare le attività di progresso qualitativo delle stesse, a discapito delle dotazioni aziendali e del servizio reso ai clienti. Proprio in questa sede si è proposta l’intenzione di intraprendere in un prossimo futuro, un’azione collettiva contro tali società, le quali una volta che i soccorritori saranno giunti al riconoscimento della Categoria, saranno costrette a trattare a rialzo le loro politiche, rivalutando il lavoro di chi quotidianamente investe in ricerca e formazione, garantendo standard economici minimi per l’esecuzione di ogni servizio.

La convention si è conclusa in prima serata, con un interessante question time, con protagonisti il pubblico di soccorritori ed i relatori intervenuti all’iniziativa.

Ringraziamo Vivamente tutti i partecipanti e le ditte espositrici, per aver preso parte al Meeting e vi rinnoviamo la nostra disponibilità a renderci portavoci delle tematiche inerenti le attività di soccorso stradale e custodia veicoli.