10 maggio 2024

Tariffe, un passo avanti

Ancsa aumenta gli importi di riferimento del soccorso stradale e della custodia. Impegno sulle tabelle prefettizie.

A.N.C.S.A. informa n.8/24

Icona utente Ancsa

Solo gli utenti associati all'ANCSA possono accedere alle aree riservate.

Dimenticata?

Come associarsi

TARIFFE 2024 custodia veicoli
TARIFFE 2024 soccorso stradale

Adeguamento necessario ed ormai indifferibile, visti i costi reali

Un passo importante su una via di certo ardua e problematica; un passo che deve essere fatto a tutela di imprese e operatori; un passo significativo se si considera che le tariffe Ancsa sono spesso un riferimento essenziale; un passo, tuttavia, che da solo non è certo sufficiente.

Da tempo Ancsa incalza le Società di servizio affinché siano rese più attuali tariffe ormai antiche, formulate in tempi lontanissimi dal punto di vista del livello dei costi. Aspetti di criticità non trascurabili, inoltre, si ravvisano in alcune situazioni locali che influiscono non poco su parte dei costi fissi, come quelli delle aree adibite a depositeria.

La revisione delle tariffe Ancsa è quindi solo il primo atto di un difficile percorso che vuole aggiornare e rendere rimunerativa ogni tipo di tariffa concernente il settore del soccorso stradale meccanico e della custodia giudiziaria.

Tariffe prefettizie ex art. 8 d.P.R. n. 571/1982. Il ruolo di Ancsa.

Da superare al più presto anche il fenomeno che vede le tariffe relative all’elenco prefettizio delle depositerie giudiziarie ancorate a cifre ormai prive di qualunque nesso con i costi effettivi che attualmente un’impresa del settore si trova a dover sostenere. Né viene tenuto in debito conto il rilevante onere aggiuntivo delle spese di formazione degli operatori destinati ad intervenire sui veicoli elettrificati nonché dei relativi DPI.

Si registrano anche casi a dir poco preoccupanti. L’estensione territoriale e la conformazione fisica delle province italiane è molto variabile; così come la relativa rete viaria. Emergono situazioni in cui il soccorritore è chiamato ad operare, anche a distanze considerevoli, senza poter contare sul ristoro di una idonea tariffa chilometrica.

Si tratta di situazioni irrazionali, nelle quali l’impresa di turno opera nel rispetto delle Istituzioni e consapevole del proprio ruolo di esercente di un servizio pubblico essenziale, facendo ogni sforzo per rimetterci il meno possibile. Tutto questo, però, non può essere sostenibile ancora a lungo; lavorando in perdita non si va lontano, bisogna tutelare la stabilità economica delle imprese e difendere i posti di lavoro dei collaboratori.

Ancsa è impegnata a vigilare sulle procedure delle Prefetture in tema di rinnovo degli elenchi prefettizi; si batte affinché ogni nuovo elenco sia sempre accompagnato da una realistica revisione delle tariffe allegate.

A tal fine, si invitano tutti gli iscritti a segnalare immediatamente l’avvio delle procedure concernenti nuovi elenchi prefettizi affinché l’Associazione sia in grado di seguirne tempestivamente gli sviluppi ed intervenire quando necessario.

Scarica il pdf

Ultime informative
Vedi tutte »

11 giugno 2024
Trasporto organi a destinazione grazie al rapido intervento dei soccorritori stradali
Leggi informativa »

18 maggio 2024
Il TAR Lazio sospende la circolare dell'8 febbraio 2024 nella parte che prevede la possibilità che il conducente del veicolo sequestrato perché sprovvisto di RCA possa condurlo personalmente al luogo indicato per la custodia
Leggi informativa »

15 maggio 2024
Sì dei VV.F. al tavolo tecnico.
Il Viminale accetta la richiesta di Ancsa di aprire un
confronto diretto sulle criticità in tema di mobilità elettrica

Leggi informativa »

10 maggio 2024
TARIFFE, UN PASSO AVANTI
Ancsa aumenta gli importi di riferimento del soccorso stradale e della custodia.
Impegno sulle tabelle prefettizie.

Leggi informativa »

11 aprile 2024
NOTA DI INFORMAZIONE GIURIDICA
RICORSO PROMOSSO DA A.N.C.S.A.
Leggi informativa »

08 aprile 2024
RICONOSCIMENTO DELLA CATEGORIA, ALLA CAMERA PASSA L’O.D.G. VOLUTO DA ANCSA
Leggi informativa »

13 marzo 2024
COMUNICATO STAMPA
L’ANCSA denuncia la mancata regolamentazione settore del soccorso stradale meccanico per veicoli elettrici e ibridi nel quadro delle azioni per lo sviluppo sostenibile

Leggi informativa »

05 marzo 2024
CIRCOLARE MINISTERIALE PROT. 8618 DEL 8 FEBBRAIO 2024 DECRETO LEGISLATIVO 22 NOVEMBRE 2023 N. 184
Leggi informativa »

12 luglio 2023
Mobilità elettrica: continua il corso CEI/ANCSA online per soccorritori e custodi, il primo del genere in Italia.
Il 13 ed il 20 luglio la seconda sessione del corso riservato agli iscritti Ancsa.

Leggi informativa »

26 aprile 2023
Tariffe penali: Ancsa incontra il Viceministro della Giustizia e ne sollecita l’adeguamento
Leggi informativa »

In primo piano

18 maggio 2024

Logo ancsa bianco
Trasporto organi a destinazione grazie al rapido intervento dei soccorritori stradali

La ditta Longagnani e Cavicchioli di Modena, associata Ancsa, rende possibile il proseguimento della missione

Leggi informativa »

N.5 - giugno 2024

Logo ancsa bianco

Centro studi

Spese di custodia dei veicoli sequestrati con affidamento da Carabinieri e Polizia Municipale.

Interessi moratori e rimborso spese per il recupero delle spese di custodia.

Leggi informativa »

18 maggio 2024

Logo ancsa bianco
Il TAR congela la circolare

Il TAR Lazio sospende la circolare dell'8 febbraio 2024 nella parte che prevede la possibilità che il conducente del veicolo sequestrato perché sprovvisto di RCA possa condurlo personalmente al luogo indicato per la custodia

Leggi informativa »

15 maggio 2024

Logo ancsa bianco
Sì dei VV.F. al tavolo tecnico

Il Viminale accetta la richiesta di Ancsa di aprire un
confronto diretto sulle criticità in tema di mobilità elettrica

Evento Unipol di Bologna: alcune doverose precisazioni
Leggi informativa »